La storia di Karin Mecozzi: dall’Alto Adige alle Marche, nel segno della Natura e dell’Erboristeria

by redazione
92 views

In un mondo che talvolta sembra dominato da frenesia e artificialità, c’è chi ha scelto di intraprendere uno stile di vita diverso. Karin Mecozzi è una figura che incarna l’essenza dell’armonia tra uomo e natura, un’artigiana delle piante, una narratrice del verde. Attraverso le sue esperienze e conoscenze, ci guida in un percorso affascinante nel mondo dell’erboristeria e della cultura del paesaggio, dove ogni pianta racconta una storia e ogni stagione rivela segreti millenari.

Chi è Karin

Nata tra le meraviglie dell’Alto Adige, cresciuta tra la capitale romana e la collinare Toscana, Karin porta con sé le radici di due culture, fondendole in un’unica passione per le piante e la loro potenza terapeutica. «Mio padre e i miei nonni materni mi hanno insegnato ad amare la natura sin da piccola. Da ragazza ho approfondito questa passione per le piante ed il paesaggio frequentando corsi sui fiori di Bach e aromaterapia in Inghilterra dove ho vissuto un anno» ci confida. Formatasi come erborista presso l’Università Carlo Bo di Urbino, dedica la sua vita allo studio e alla pratica della fitoterapia tradizionale e antroposofica. Prosegue: «Ora vivo nelle Marche. È in questa regione molto verde e incline alla coltura del biologico che ho conosciuto l’agricoltura biodinamica diversi anni fa».
Autrice di libri acclamati come “Ars herbaria, piante medicinali nel respiro dell’anno”, trasforma la sua conoscenza in una missione: condividere il tesoro della natura con chiunque sia disposto ad ascoltarlo.

Libri che ha scritto

Con una penna intrisa di saggezza botanica, Karin ha scritto quattro opere che sono vere e proprie guide nella selva delle erbe. Dai boschi ai prati, dalle montagne alle valli, i suoi libri come “Verde resilienza, erboristeria pratica nel cambiamento” sono compendi preziosi di conoscenza, offrendo non solo informazioni pratiche, ma anche un invito a connettersi con la terra e con sé stessi.
«Ars Herbaria il primo libro che ho scritto in italiano. Salvare le piante medicinali nel respiro dell’anno, sembra un manuale ma in realtà è un percorso erboristico attraverso le quattro stagioni, quindi descrivo l’erboristeria nelle sue basi e suggerisco ricette. Il secondo, è un piccolo manuale che ho scritto nel primo lockdown, in 40 giorni di resilienza – ricorda Karin – e descrivo un percorso, con l’esempio della gemma di un pioppo, di come possiamo reagire in maniera resiliente a delle avversità della vita. Anche lì riporto moltissime ricette e applicazioni pratiche. Sono tutte e due pubblicate da Natura e Cultura in Italia».

Ars Herbaria – Karin Mecozzi

Consulenze professionali in erboristeria e naturopatia

Attraverso consulenze in fitoterapia, erboristeria applicata e naturopatia, Karin offre un sostegno prezioso per chi desidera abbracciare uno stile di vita più sano e in armonia con l’ambiente.

Herbal Bathing

Ma non è solo nelle parole che Karin trasmette il suo messaggio. Con l’antica pratica del “bagno di erbe e foresta” (Herbal Bathing), ci invita a immergerci nella natura stessa per trovare guarigione e forza interiore. Questo rituale antico diventa sotto le sue sapienti mani un’esperienza di riconnessione con le forze vitali della terra, un balsamo per l’anima in tempi di frenesia e incertezza.

Corsi e esperienze

Attraverso corsi, workshop e conferenze, Karin si fa guida in un viaggio attraverso i segreti delle piante medicinali e aromatiche. Dalle lezioni sulle piante sacre alla preparazione di cosmetici naturali, ogni incontro con lei è un’opportunità per imparare, sperimentare e lasciarsi ispirare dalla saggezza millenaria del regno vegetale.
«Sono una formatrice da parecchio tempo ormai, in Italia e all’estero. Da anni, tengo dei seminari al Monastero di Fonte Avellana (in provincia di Pesaro-Urbino), organizzo esperienza outdoor dove vivo, ma anche nel maceratese e nell’Alta Valle del Potenza che è molto bella, molto selvaggia e poco conosciuta. Voglio trasmettere l’esperienza della bellezza e della purezza di alcuni luoghi che aspettano di essere visitati, quindi sono molto felice di accompagnare le persone in questi posti a fare delle esperienze con le piante» ci racconta.

Monastero di Fonte Avellana, Serra Sant’Abbondio (PU)

«Propongo dei percorsi teorici pratici sull’erboristeria e la conoscenza delle piante e del paesaggio, dalla botanica fino all’estrazione e alla trasformazione, approfondendo soprattutto gli aspetti culturali e storici antropologici che legano le piante all’uomo e alla natura».
Già programmati sono i prossimi corsi a Fonte Avellana “Alchimia della natura” e “Essenze d’estate”. Gli ultimi incontri: 1) “Depurazione erboristica I” workshop erboristico esperenziale per il benessere della persona. Le erbe e le piante medicinali sono le alleate ideali per ritrovare tono e leggerezza dopo l’inverno. 2) “Afrodite: corso di erboristeria, rimedi per l’amore e bagno sonoro” con la collaborazione di Francesca Conti (insegnante di yoga, operatrice ayurvedica e creativa). Pratiche di erboristeria, tisane per l’amore e rimedi per la primavera si fondono per riconnetterci alla bellezza interiore. 3) “Custodire il calore” rivolto all’apprendere strumenti, pratiche e accorgimenti per rinforzarsi e stare bene. 4) “Erboristeria nel bosco”: un creativo percorso di conoscenza e benessere nei ritmi della natura (piante, frutti e alberi). 5) “Erbe e sorgenti – Erboristeria in natura” per vivere una piena esperienze di botanica e morfologia goethiana, dalla pianta al rimedio: l’attenta consapevolezza, conoscere la natura in uno spirito di presenza e gentilezza.

Formulazione di prodotti erboristici

La sua passione per le piante non si limita alla teoria. Karin, infatti, coltiva erbe aromatiche e raccoglie piante medicinali spontanee per estratti erboristici di alta qualità. Collaborando con Università e laboratori, sviluppa ricette personalizzate e idee di marketing che riflettono l’autenticità e la sostenibilità delle sue creazioni. «Dall’individuazione e monitoraggio di una specie, alla raccolta e trasformazione della stessa in estratti. Possono essere degli olii, delle tinture, diventare pomate, oli essenziali perché faccio anche distillare delle piante, o tisane» afferma Karin.

In un mondo che spesso sembra divorato dalla fretta e dalla superficialità, Karin Mecozzi ci ricorda l’importanza di rallentare, ascoltare e onorare la saggezza della natura. Attraverso le sue parole, i suoi libri e le sue pratiche, ci insegna che la guarigione è un viaggio che inizia proprio sotto i nostri piedi, tra le foglie e i fiori che ci circondano. Conclude: «Noi siamo natura ed è imprescindibile il legame con lei. Più ci allontaniamo dalla natura e più ci ammaliamo. È auspicabile che ognuno di noi trovi il proprio dialogo con la natura che lo circonda e il paesaggio in cui vive».

Per informazioni: karin.mecozzi@gmail.com | www.karinmecozzi.com

ARTICOLI CORRELATI