Salvini alla riconquista della regione Marche: “Il prossimo obiettivo è licenziare la sinistra”.

by Marche Today
15 views

ANCONA – Il ministro dell’interno Matteo Salvini, dopo essere stato ieri sera ad Ascoli, questa mattina si è presentato a Pesaro nel suo tour di sostegno dei candidati alle elezioni amministrative ed europee.
“Il prossimo obiettivo, dopo Pesaro, Fano, Osimo è licenziare la sinistra dalla Regione Marche e andare a governare la Regione Marche”, ha dichiarato. Il leader della Lega ha annunciato l’intenzione di “andare ad aprire gli ospedali che i compagni hanno chiuso, andare a riaprire gli ambulatori che i compagni hanno chiuso”.
Sull’espulsione dal Salone del Libro di Torino della casa editrice neofascista Altaforte, ha espresso il suo parere.
“Siamo nel 2019 alla censura dei libri in base alle idee, al rogo dei libri che non ha mai portato fortuna in passato. La minoranza di sinistra si arroga il diritto di decidere chi può fare musica, chi può fare teatro, chi può pubblicare libri. Alle idee si risponde con altre idee, non con la censura. Alla faccia dei compagni e dei democratici, che decidono chi può andare al Salone del Libro e chi non ha diritto ad andarci”.
Nel frattempo il questore di Macerata Antonio Pignataro ha chiuso due cannabis shop a Civitanova Marche, i titolari sono stati denunciati per spaccio. Per il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ringrazia le forze dell’ordine e la magistratura, è l’inizio della “guerra via per via, negozio per negozio, quartiere per quartiere, città per città” contro la cosiddetta “cannabis legale”. Pignataro è impegnato da tempo in una ‘crociata’ davanti al proliferare di questo tipo di negozi, in particolare per la vendita delle infiorescenze, e ne ha chiusi vari. Il 30 maggio è attesa una sentenza della Cassazione, che in passato si è pronunciata contro i sequestri.
Oltre ad Ascoli e Pesaro, Matteo Salvini è stato questo pomeriggio a Fano, Osimo e Montegranaro. Questa sera sarà in Abruzzo a Giulianova e Montesilvano.

ARTICOLI CORRELATI