I Cubis Quartet apriranno il concerto di Thom Yorke e Jonny Greenwood allo Sferisterio

by Marche Today
18 views

MACERATA – Il 20 Agosto 2017 presso l’Arena Sferisterio di Macerata si terrà uno degli eventi più attesi dell’estate musicale marchigiana: il concerto di Thom Yorke e Jonny Greenwood, rispettivamente voce e chitarra dei Radiohead. L’evento, a scopo benefico, si deve a Jonny Grennwood che ha voluto essere vicino alle zone colpite dal sisma con questo live straordinario, promuovendo una raccolta fondi finalizzata al recupero delle opere d’arte danneggiate. L’organizzazione dell’evento e della raccolta fondi è curata dal Comitato ArteProArte, nato per l’occasione e coordinato dalla stessa moglie di Jonny Greenwood, Sharona Katan, in collaborazione con il Comune di Macerata e l’Associazione Arena Sferisterio che hanno curato la produzione artistica. La città si sta preparando ad accogliere i tanti appassionati di tutta Italia che hanno avuto la fortuna di acquistare il biglietto online, una occasione importante per promuovere la città e il territorio.

“Ringraziamo Jonny Grenwood e Thom Yorke per la sensibilità dimostrata nei confronti del territorio e del nostro patrimonio artistico.”, afferma Stefania Monteverde, assessore alla Cultura, “Facciamo loro una proposta: di contribuire a installare un laboratorio di restauro a palazzo Buonaccorsi dove iniziare i restauri delle opere del nostro territorio con i nostri artigiani. È un’operazione bella e trasparente vicina alla comunità. Siamo certi che tanti altri contribuiranno a sostenere il progetto”.

Sarà il quartetto di virtuosi “Cubis Quartet”, voluto da Jonny Greenwood e costituito ad hoc, ad aprire il concerto, insieme al bandoneonista Daniele Di Bonaventura. È stata proprio la volontà degli artisti quella di unire due generi così diversi, il rock e la musica classica, allo scopo di celebrare l’arte in tutte le sue forme. Si assisterà quindi ad un’ouverture eccezionale che, all’innovativo e visionario stile compositivo dei due artisti inglesi, unisce, nella dimensione contemporanea di uno spazio sonoro colmo di lirismo e significato, l’armonia di generi musicali difformi, ma non contrastanti.

Due violini, una viola e un violoncello apriranno l’evento sulle note di due brani di Schubert e Shostakovich, tratti dal repertorio classico per quartetto d’archi. Poi i quattro musicisti, Aldo Campagnari, Cristiano Giuseppetti, Vincenzo Starace e Federico Bracalente, accompagneranno Daniele Di Bonaventura al Bandoneon che, in diciotto minuti di “Suite Mediterranea”, preluderà alla voce di Thom Yorke con Jonny Greenwood alla chitarra. I cinque musicisti sono tutti fortemente legati alle Marche, ed in particolare Daniele Di Bonaventura e Federico Bracalente, entrambi nati a Fermo. Sono anche tutti membri di importanti gruppi cameristici italiani come il Quartetto Prometeo, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra d’Archi Italiana e svolgono una significativa attività discografica pubblicando per diverse etichette internazionali.

 

ARTICOLI CORRELATI