L’azienda di Montegranaro Fessura presenta la scarpa dedicata ai Sibillini

by redazione
316 views

Produrre scarpe è un’arte millenaria e Montegranaro (FM) è il regno delle calzature. È qui che la tradizione prende vita, si reinventa e si trasforma in un connubio innovativo, moderno e senza tempo. Stiamo parlando del brand Fessura che nasce  in questo territorio nel 1999. Rappresenta un’azienda calzaturiera con un approccio innovativo nel settore. È stata fondata da Andrea Vecchiola e i suoi fratelli, discendenti di una famiglia di calzaturieri di terza generazione. «Mio nonno, il Commendator Aldo Botticelli – ci racconta Andrea – è stato uno degli artefici del distretto industriale marchigiano e uno dei primi imprenditori a portare l’industrializzazione della calzatura a Montegranaro nel dopo guerra».

Fessura ha sempre cercato di unire la tradizione all’innovazione tecnologica. La sua missione è quella di portare avanti l’eredità della famiglia in modo totalmente nuovo, introducendo concetti di modularità e intercambiabilità nella produzione di calzature. Il loro team è un’officina sperimentale di idee: non si ferma mai, crede nel cambiamento e lo respira.

Il loro primo progetto, chiamato “CHANGE”, infatti, ha dato vita ad una scarpa modulare e intercambiabile. «La tomaia può essere sganciata e riagganciata alla suola» ci spiega Andrea. Questa innovativa creazione ha stravolto il tradizionale processo di produzione di scarpe, eliminando la necessità di utilizzare macchinari e rendendole completamente green, senza l’uso di collanti o cuciture. Forse non tutti sanno che proprio questo progetto ha ispirato il nome “Fessura”. «Una scarpa intercambiabile – ci svela Andrea – ha delle fessure presenti nella suola che sono il sistema per il quale questa tomaia si aggancia o sgancia dal fondo. Si traduce in uno spazio che ti porta a guardare avanti. Abbiamo pensato che il termine “Fessura” potesse rappresentare anche la nostra filosofia perché ti porta a guardare in un’altra dimensione, ad essere sempre innovativi, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo».

Successivamente, nel 2010, l’azienda ha lanciato il brevetto “SOCKSHOES”, che ha introdotto sul mercato le prime scarpe-calzino. «Il nostro intento era quello di creare una scarpa stabile come una scarpa ma comoda come un calzino» precisa Andrea. Questa idea pionieristica è diventata un vero e proprio trend globale, confermando la capacità di Fessura di anticipare le esigenze del mercato.

Oltre a queste innovazioni, nel 2018 presentano un terzo brevetto chiamato “REFLEXSYSTEM”. Un sistema rivoluzionario, custodito nella suola delle scarpe, che offre un massaggio riflessologico plantare e un comfort straordinario durante la camminata. «Siamo riusciti ad inserire un sistema di cuscinetti nella suola che riesce a generare un massaggio riflessologico plantare e a ricaricarti passo dopo passo. Una scarpa che fa bene al corpo» prosegue Andrea. Questo brevetto, invisibile agli occhi del consumatore, ha permesso di adattare il design della scarpa a gusti più commerciali e aperto nuove opportunità di mercato per Fessura, creando collaborazioni con importanti brand internazionali.

Multinazionali come Pepsi e Musica hanno scelto di collaborare con loro per creare collezioni di scarpe esclusive. Attualmente, Fessura sta lavorando a una capsule collection con Fiat, prevista per il 2024. Queste collaborazioni dimostrano come l’azienda montegranarese abbia saputo offrire tecnologia e qualità superiore, ottenendo il riconoscimento di importanti aziende internazionali.

Un progetto di grande rilevanza per Fessura è la scarpa Vettore, dedicata ai Monti Sibillini e alla montagna del Vettore. Questa scarpa, sviluppata con il brevetto REFLEXSYSTEM, offre prestazioni tecniche eccezionali per il trail running. Il nome “VTR” sta per “Vettore” e racchiude il percorso che porta da Forca di Presta alla cima di questa montagna. Un cammino che rappresenta l’essenza del trail running. Nella suola della scarpa, Fessura ha inserito lo skyline dell’Appennino del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, aggiungendo un elemento di design distintivo.

Questo progetto non si limita solo alla creazione di un prodotto, ma coinvolge anche l’esperienza del consumatore, con un packaging che conduce e immerge il cliente nel territorio dei Sibillini. «Quando acquisterai il prodotto, entrerai nei Sibillini» conferma Andrea. Fessura sta anche organizzando un evento/gara di trail running per valorizzare ulteriormente la connessione con il territorio.

Fessura vanta di: 20 nazioni in cui sono presenti, 300 punti vendita multibrand, 2 flagship stores e 3 piattaforme e-commerce internazionali. L’azienda, infine, ha annunciato una collaborazione con il programma americano “By design” che trasmetterà un episodio dedicato all’innovazione e al design europeo. «Questo programma, molto probabilmente, andrà in onda nel 2024 ma il 31 luglio gli autori verranno a farci visita in azienda e ad intervistarci. Con loro ci sarà anche il designer Karim Rashid, con il quale abbiamo già avuto modo di collaborare. Li accompagneremo sul Vettore ad ammirare le bellezze dei nostri territori» conclude Andrea.

ARTICOLI CORRELATI